Conticorrentiaziendali.it
Conto Corrente Aziendale
Home » Tipologie conti aziendali » Conto Corrente Aziendale (per società)

Conto Corrente Aziendale (per società)

Nel panorama aziendale del nostro Paese le piccole e medie imprese sono andate via via rappresentando, in misura sempre crescente, una larga fetta dell’economia italica, cui gli istituti di credito hanno man mano iniziato a rivolgersi con prodotti e strumenti pensati e dedicati ad hoc come i conti correnti aziendali.

Con questo articolo andremo ad esaminare, un po’ più nello specifico, a chi si rivolgono e come sono strutturati i conti business, da intendere in particolar modo come quelli dedicati alle società (di persone o di capitali).

Conti aziendali consigliati

  • Qonto: adatto a tutte le società di capitali (SRL, SPA) e società di persone (sas, snc, ss ecc..)
  • Holvi: adatto per SRL
Conto corrente
Caratteristiche
Voto - Vantaggi
Apri il conto
Per Società, Ditte, professionisti e lav. autonomi
Conto corrente Qonto
  • Canone: da 9 a 99 €
  • Bollo: 0€ (professionisti - sopra i 5000€: 34,2€)
  • Prelievi ATM: 1€
  • Bonifici: 0€
  • C. di credito: non prevista
  • C. di debito: 0€
30 gg di prova gratis

Adatto per: professionisti, freelance, ditte individuali, società.

FINO A 5 CARTE DI DEBITO INCLUSE

Provalo Gratis »
Provalo Gratis per un mese
Recensione
Per Ditte Individuali e SRL
Conto Corrente Holvi
  • Canone: Gratuito Builder - 12 euro/mese Grower
  • Circuito: Mastercard
  • Commissioni Prelievo: 2,5%
  • Limite Spesa/Prelievo: Sulla base della disponibilità
  • Carte Incluse: 1 per Builder - 3 per Grower

Piattaforma basata sul cloud

CANONE ZERO (per il piano Starter) !

A cosa serve il conto corrente aziendale

I conti correnti aziendali, o business che dir si voglia, sono diventati gli strumenti indispensabili per le aziende e PMI che hanno l’esigenza di svolgere tutte le attività finanziarie ad esse legate; acquistare, vendere, effettuare pagamenti, o anche per prestiti o mutui legati all’attività imprenditoriale.

In poche parole, il conto aziendale è il mezzo utilizzato dalle società per la gestione dei flussi di denaro in entrata e in uscita, fermo restando, tra l’altro, in caso di azienda con dipendenti, l’obbligo, sancito per legge, di avere un conto corrente business.

Come scegliere un conto aziendale

La scelta del conto corrente aziendale presuppone una valutazione, lasciata allo stesso imprenditore, in merito alle proprie esigenze bancarie ed alle proprie abitudini: oggi, infatti, esiste una moltitudine di conti correnti business, molti gestibili solo ed esclusivamente online, altri, invece, sono gestibili tradizionalmente presso la filiale, altri ancora sono c.d. misti in quanto possono essere gestiti sia online, attraverso una piattaforma, che in filiale.

Ovviamente, la gestione del conto corrente, se online o in filiale, incide anche su quelli che sono i costi fissi da valutare in sede di apertura del conto: il conto online, infatti, prevede costi meno elevati, ed offre tutti i servizi del conto aperto in filiale, si può aprire in pochi minuti, si gestisce da casa ed è per questo più efficiente e pratico.

Gli istituti di credito oggi mettono a disposizione degli imprenditori una serie di pacchetti attraverso i quali operare la propria scelta, i quali tutti, comunque, offrono la possibilità di effettuare tutte le operazioni tramite soluzioni business complete e provviste di numerosi servizi, come ad esempio:

  • controllo dell’estratto conto bancario e lista dei movimenti on line,
  • realizzazione di pagamenti e ricezione di bonifici,
  • pagamento di tasse e bollettini e f24,
  • sistemi gestionali con archiviazione di documenti.

Il conto aziendale, inoltre, prevede anche un IBAN, la possibilità di avere operazioni illimitate, ed inoltre, permette di inoltrare bonifici ai propri dipendenti, ricevere incassi, avere le coperture assicurative oltre a finanziamenti agevolati.

A ciò aggiungasi, nella maggior parte dei casi, una carta di debito e una carta di credito, un conto deposito ed un POS; tutti strumenti, questi, che permettono all’imprenditore di gestire al meglio la propria attività.

Un altro aspetto da non sottovalutare al momento dell’apertura del conto corrente business è verificare se il conto è coperto da un Fondo di Garanzia di tutela dei depositi fino a 100.000 euro e se la banca è solida.

In ogni caso, la titolarità di un conto aziendale garantisce una serie di vantaggi non indifferenti per l’imprenditore moderno che possiamo riassumere in tre punti:

  • Convenienza: spesso i conti business hanno soluzioni “all inclusive” che consentono di ottimizzare i costi di operazioni e servizi
  • Trasparenza: chiarezza e semplicità di esposizione delle condizioni e dei costi
  • Prevedibilità delle spese: è possibile conoscere in anticipo quali sono i costi

I principali costi dei conti aziendali

Il conto corrente per società può avere dei costi fissi o variabili, per cui, ad esempio, si paga un canone mensile oppure annuale (canone fisso) che prevede un costo globale per tutte le operazioni effettuate, oppure un canone (variabile) con il quale ogni operazione viene pagata singolarmente.

Altro aspetto da valutare sono gli interessi, attivi oppure passivi; i primi, offerti sul capitale depositato sul conto, oggi non sono particolarmente elevati, e si aggirano intorno ad una percentuale che va dallo 0 % fino al 2,5 %.

I secondi – interessi passivi – invece, sono quelli che la banca percepisce, come ad esempio nel caso in cui il conto vada in rosso, o ancora sotto forma di costi legati al trasferimento di denaro o i prelievi agli ATM ( bancomat) fatti presso un istituto bancario diverso dal proprio, oppure i costi per la domiciliazione delle utenze o per emettere assegni.

Si tratta, in buona sostanza, di una serie di elementi che vanno valutati caso per caso e considerati a seconda delle proprie abitudini ed esigenze.

Come aprire un conto aziendale

L’apertura del conto corrente aziendale non può prescindere dalla produzione di tutta una serie di documenti relativi – oltre che alla persona fisica dell’imprenditore (documenti di identità e codice fiscale) – anche alla persona giuridica intestataria del conto aziendale, parliamo di:

  • Partita Iva,
  • visura camerale,
  • atto costitutivo della società,
  • tutto quello che riguarda anche l’ubicazione (per alcuni conti esteri) sul territorio.

Nei casi in cui è possibile aprire il conto in modalità online, il tutto può richiedere qualche minuto, salvo poi il tempo necessario all’istituto di credito per acquisire e verificare le informazioni inviate.

Se invece, l’apertura del conto è da effettuarsi necessariamente presso una filiale fisica sul territorio, è, tuttavia, quasi sempre possibile richiedere e fissare online un appuntamento con il consulente dedicato presso la filiale stessa.

Francesco Emanuele

🥇 Conto Business N°1 - Settembre, 2020

Conto corrente Qonto
Provalo Gratis »
✔️ Provalo Gratis per 30gg!
✔️ Contabilità semplificata
✔️ POS su richiesta
✔️ Carte di debito aggiuntive
✔️ Adatto per tutti i profili:
Cerchi i Migliori Conti business?
SCOPRI IL N 1° COMPARATORE