Chat with us, powered by LiveChat
Conticorrentiaziendali.it

Obbligo Conto Corrente Aziendale Dedicato

Francesco Emanuele
Esperto di conti correnti

Da sempre si discute sull’obbligo di aprire un conto corrente aziendale dedicato, e sono tante le imprese che si chiedono se per loro sia necessario aprire un conto business.

In questo articolo vogliamo fare chiarezza sull’argomento per capire in quali casi vige l’obbligo di aprire un conto corrente aziendale dedicato e in quali, invece, è sufficiente un conto tradizionale per privati.

Obbligo Conto Corrente Aziendale Dedicato

Conto Corrente Aziendale Dedicato: in quali casi è obbligatorio?

Partiamo col dire che  l’obbligo di conto corrente dedicato è previsto solo nei casi di contabilità ordinaria:

  • per le società di capitali indipendentemente dal fatturato;
  • per le società di persone, le società di professionisti e le ditte individuali con un fatturato superiore a 400.000 euro.

Negli anni, nella lotta all’evasione, ci sono stati diversi tentativi di estendere tale obbligo anche ai professionisti e alle altre figure, ma non sono mai andati a buon fine.

Cerchi il conto aziendale N°1? Prova Qonto!

Conto corrente Qonto
Provalo Gratis »

Quali sono i vantaggi di avere un conto corrente aziendale dedicato?

Pur non essendoobbligatorio per i professionisti e le partite Iva con fatturato inferiore ai 400.000 euro, un conto corrente aziendale dedicato presenta numerosi vantaggi.

Oggi è del tutto impensabile pensare di gestire l’attività senza usufruire dei servizi specifici e mirati offerti da un conto corrente aziendale, senza contare, ad esempio, che i pagamenti F24, per le piccole imprese ed i professionisti, possono essere effettuati soltanto in modalità telematica.

In più, avere un conto dedicato proprio all’attività è vantaggioso da un altro punto di vista. L’importanza di tenere un conto dedicato all’attività professionale appare fondamentale in quanto aiuta a mantenere in “ordine” la gestione della propria contabilità. Inoltre, è più facile capire quali sono le proprie entrate, e quali le uscite sempre dal punto di vista professionale.

Questa cosa rende anche più facile stabilire, in caso di accertamenti fiscali, la provenienza delle somme presenti sul conto. Le disposizioni della Legge antiriciclaggio sono oggi molto severe, per cui movimenti di cifre elevate su un conto personale potrebbero creare un campanello d’allarme all’Istituto Bancario. Questo, infatti, per movimenti che superano una certa soglia, sarebbe tenuto a segnalare alle autorità competenti tali movimentazioni ritenute sospette.

In conclusione, il conto corrente aziendale dedicato non è obbligatorio per tutti, ma offre una serie di vantaggi che lo rendono in alcuni casi necessario.

Cerchi il conto aziendale N°1? Prova Qonto!

Conto corrente Qonto
Provalo Gratis »