Conticorrentiaziendali.it
Chiusura Conto Corrente Aziendale: procedura, tempistiche e costi
Home » Approfondimenti » Chiusura Conto corrente aziendale: procedura, tempistiche e costi

Chiusura Conto corrente aziendale: procedura, tempistiche e costi

Possono essere varie le motivazioni che portano un’attività alla chiusura del proprio conto corrente aziendale.

Il motivo più ricorrente è senz’altro quello legato alla necessità di chiudere l’attività stessa, ma non è infrequente quello dettato, invece, dalla volontà di trasferire il proprio conto presso un altro istituto bancario, con costi fissi meno gravosi e un numero maggiore di operazioni gratuite.

Non è esclusa neanche l’opzione per cui si voglia chiudere il proprio conto corrente per aprirne un altro presso lo stesso istituto di credito, perché magari è stato introdotto un piano tariffario agevolato.

Cerchi il conto aziendale N°1? Prova Qonto!

Conto corrente Qonto
Provalo Gratis »

Procedura per chiudere un conto corrente aziendale

Nel caso in cui si intendesse restare correntista presso la medesima banca, aprendo, però, un altro conto corrente, le incombenze da svolgere sono minime, potendocisi limitare ad avvisare gli operatori bancari di tale nostra necessità e restituendo loro tutte le carte di credito e di debito o libretti di assegni legati al vecchio conto.

Dopo aver riempito un apposito modulo con la richiesta di chiusura conto, sarà la stessa banca a procedere – in tempi strettissimi – all’operazione di chiusura del vecchio e apertura del nuovo conto.

Sicuramente più complicato ma non impossibile è la chiusura del conto corrente per aprirlo presso un altro istituto bancario; innanzitutto occorre aprire subito il nuovo conto corrente dove poi procedere ad effettuare tutte le operazioni bancarie.

Contestualmente occorre provvedere ad eliminare tutte le pendenze con la banca in essere, estinguere qualsiasi conto titoli, e provvedere ad inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno contenente il modulo di richiesta chiusura (quasi sempre scaricabile on line); necessario poi, è restituire tutte le carte di credito o di debito e i libretti degli assegni.

A questo punto, è possibile richiedere all’istituto bancario “uscente” di procedere all’accredito di eventuali somme rimanenti sul nuovo conto, oppure effettuare direttamente un versamento in contanti.

Tempi di chiusura di un conto corrente per aziende

Generalmente i tempi necessari per chiudere un conto corrente aziendale non sono brevissimi, ma fanno comunque riferimento ad una serie di variabili che fanno sì che la tempistica per la chiusura del conto vari dai 6 ai 15 giorni lavorativi.

Su di essa incidono delle voci quali i servizi da disattivare (carte di credito, conto titoli, bonifici periodici, ecc…); ovviamente, la tempistica si riduce drasticamente in caso di apertura di un nuovo conto presso la stessa banca.

Spese di chiusura del conto: quanto costa?

Il decreto Bersani 223/2006 – incentrato sulla libera concorrenza – ha notevolmente ridotto la voce dei costi necessari per la chiusura del conto corrente aziendale, imponendo agli istituti bancari di precedere alcun costo aggiuntivo legato alla chiusura.

Ovviamente, gli istituti di credito si sono attrezzati per far fronte a tale mancanza, ed ecco che le voci di spesa relative alla gestione del conto nonché l’imposta di bollo vengono detratte dalla somma che si intende accreditare sul nuovo conto, diventando, in tal modo, dei veri e propri costi di chiusura conto.

Cerchi il conto aziendale N°1? Prova Qonto!

Conto corrente Qonto
Provalo Gratis »

Francesco Emanuele

🥇 Conto Business N°1 - Ottobre, 2020

Conto corrente Qonto
Provalo Gratis »
✔️ Provalo Gratis per 30gg!
✔️ Contabilità semplificata
✔️ POS su richiesta
✔️ Carte di debito aggiuntive
✔️ Adatto per tutti i profili:
Cerchi i Migliori Conti business?
SCOPRI IL N 1° COMPARATORE