Conticorrentiaziendali.it
Conto Corrente per Startup

Conto Corrente per Startup

In questo articolo vedremo quali sono i migliori conti per Startup del momento, analizzeremo le funzionalità di questi prodotti nonché i requisiti e le caratteristiche.

Definizione di Start Up

L’accezione universalmente più riconosciuta del termine “start up” è quella di nuova impresa che presenta una forte dose di innovazione e che è configurata per crescere in modo rapido secondo un business model scalabile e ripetibile.

Con l’aggettivo “scalabile” si intende un business che può aumentare le sue dimensioni – e quindi i suoi clienti e il suo volume d’affari – in modo anche esponenziale senza un impiego di risorse proporzionali. La startup, per essere tale, deve essere quindi in grado di sfruttare le economie di scala.

Per business modelreplicabile” si intende un modello che può essere ripetuto in diversi luoghi e in diversi periodi senza essere rivoluzionato e solo apportando piccole modifiche.

Non a caso, inizialmente venivano definite startup solo quelle altamente tecnologiche, attive nel web o nel digitale in senso lato. Solo successivamente, il termine è stato esteso anche alle nuove imprese innovative operanti nella manifattura.

La definizione di startup come società innovativa, scalabile e ripetibile è attribuita a Steve Blank, imprenditore seriale della Silicon Valley e autore di bestseller in tema come “The Startup Owner’s Manual”.

Le Startup innovative

La startup innovativa è un’impresa giovane, ad alto contenuto tecnologico, con forti potenzialità di crescita e rappresenta per questo uno dei punti chiave della politica industriale italiana.

Nel 2012, il D.L. 179/2012 ha introdotto alcune misure specifiche a sostegno di tale tipologia di impresa per supportarle durante il loro ciclo di vita (nascita, crescita, maturità). Questi strumenti, oltre a creare nuove opportunità per fare impresa e incoraggiare l’occupazione, sono diretti a promuovere una vera e propria strategia di crescita sostenibile.

Le imprese in possesso dei requisiti possono accedere allo status di startup innovativa tramite autocertificazione sottoscritta dal legale rappresentante e godere delle agevolazioni registrandosi nella sezione speciale dedicata del Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio della propria provincia.

Le startup innovative possono godere dei benefici previsti entro i 5 anni dalla loro costituzione; trascorso tale periodo di tempo hanno la possibilità di trasformarsi in PMI innovative, senza perdere i benefici disponibili.

Ma quali sono i requisiti che una giovane azienda deve possedere per potersi definire una startup innovativa?

Ai sensi della normativa di riferimento (DL 179/2012, art. 25, comma 2) una startup innovativa è una società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, che rispetti i seguenti requisiti oggettivi:

  • è un’impresa nuova o costituita da non più di 5 anni
  • ha residenza in Italia, o in un altro Paese dello Spazio Economico Europeo ma con sede produttiva o filiale in Italia
  • ha fatturato annuo inferiore a 5 milioni di euro
  • non è quotata in un mercato regolamentato o in una piattaforma multilaterale di negoziazione
  • non distribuisce e non ha distribuito utili
  • ha come oggetto sociale esclusivo o prevalente lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di un prodotto o servizio ad alto valore tecnologico
  • non è risultato di fusione, scissione o cessione di ramo d’azienda

Vediamo ora quali sono i migliori conti correnti adatti a startup ed aziende innovative.

Migliori Conti Correnti per Startup

Conto corrente
Caratteristiche
Voto - Vantaggi
Apri il conto
Provalo Gratis per un mese!
Conto corrente Qonto
  • Canone: da 9 a 99 €
  • Bollo: 0€ (professionisti - sopra i 5000€: 34,2€)
  • Prelievi ATM: 1€
  • Bonifici: 0€
  • C. di credito: non prevista
  • C. di debito: 0€
30 gg di prova gratis

Adatto per: professionisti, freelance, ditte individuali, società.

FINO A 5 CARTE DI DEBITO INCLUSE

Apri il conto »
Provalo Gratis per un mese
Recensione
Per Ditte Individuali e SRL
Conto Corrente Holvi
  • Canone: Gratuito Builder - 12 euro/mese Grower
  • Circuito: Mastercard
  • Commissioni Prelievo: 2,5%
  • Limite Spesa/Prelievo: Sulla base della disponibilità
  • Carte Incluse: 1 per Builder - 3 per Grower

IBAN Finlandese “FI”

Piattaforma basata sul cloud

Fatturazione digitale, contabilità e gestione spese

Caratteristiche e funzionalità dei conti correnti per Startup

L’apertura di un conto corrente per startup presuppone la consapevolezza e la cognizione ben precisa di quelle che sono le caratteristiche peculiari e quindi le esigenze commerciali della propria azienda.

Gli istituti di credito hanno predisposto una serie di strumenti finanziari (conti correnti) pensati per tutte le esigenze aziendali, ivi comprese le startup.

Esistono conti correnti tradizionali, laddove si abbia necessità di svolgere molte operazioni allo sportello, oppure, se si ha una buona dimestichezza con gli strumenti informatici, la scelta potrebbe cadere su un conto corrente “light”, con costi molto contenuti e gestione quasi completamente demandata al cliente tramite un sistema di home banking.

Ancora, un’ottima soluzione è quella offerta dalle banche online (che non hanno sportelli oppure ne hanno un numero molto limitato) che sono in grado di offrire dei conti correnti a costo zero o a canone molto contenuto: nessuna o pochissima spesa, che si tramuta in un risparmio che può essere utile in fase di avvio di un’impresa.

Inoltre spesso i conti di questi istituti di credito prevedono il pagamento di un interessante tasso di interesse sulle somme che sono sul conto corrente, vantaggio che i conti correnti normali difficilmente prevedono.

Apertura del Conto Corrente per Startup

Aprire un conto corrente per startup necessita della produzione di una serie di documenti, che può essere presentata direttamente allo sportello – in caso di apertura di un conto corrente presso la sede fisica della banca – oppure inviata per via telematica se trattasi di banca online.

In ogni caso, la documentazione da presentare si compone di:

  • Copia della Partita Iva rilasciata dall’Agenzia dell’Entrate;
  • Il certificato di iscrizione al Registro delle Imprese (REA) rilasciato dalla Camera di Commercio;
  • In caso di società sarà necessaria una copia dell’atto costitutivo e dello statuto;
  • Documento di identità valido e codice fiscale del titolare dell’attività (in caso di impresa individuale) oppure del legale rappresentante (in caso di società).

I tempi necessari per l’apertura del conto corrente startup non sono lunghi, ma comunque possono variare a seconda della tipologia di banca prescelta (tradizionale o online).

Francesco Emanuele

🥇 Conto Business N°1 - Agosto, 2020

Conto corrente Qonto
Apri il conto »
✔️ Provalo Gratis per 30gg!
✔️ Contabilità semplificata
✔️ POS su richiesta
✔️ Carte di debito aggiuntive
✔️ Adatto per tutti i profili:
Cerchi i Migliori Conti business?
SCOPRI IL N 1° COMPARATORE